Crea sito

Frigo vuoto: cosa cucino? 10 ricette per la sopravvivenza

A volte in cucina si arriva ai limiti della ‘sopravvivenza’, quando aprendo lo sportello del frigo ci si rende conto che è praticamente vuoto e la domanda sorge spontanea: “Cosa cucinare?”. Niente panico, perché anche nelle condizioni per così dire più estreme qualcosa si trova sempre, racimolando tutto ciò che di commestibile ci può essere ancora in frigorifero, in dispensa o in freezer. Forse i meno esperti ai fornelli sarebbero felici di optare per una pizza da asporto o per dei cibi take away, ma con ricette semplici e veloci non sarà un’impresa impossibile servire un pranzo o una cena appetitosi. Anzi, questa situazione di emergenza può essere molto utile per cucinare finalmente quei prodotti che per un qualsiasi motivo si è voluto dimenticare e che rischiano di andare a male.

Cosa avere sempre in cucina
Per fronteggiare situazioni di criticità, la soluzione migliore è elaborare una strategia: tenere in frigo, freezer o in dispensa alimenti indispensabili. Se è in procinto di partire per le vacanze, è bene fare un check dei prodotti che si hanno in cucina, controllando le scadenze ed eventualmente fare un una spesa veloce di alimenti a lunga conservazione.

Alimenti jolly:
uova: alimento multi-uso, prima dell’acquisto controllare la data di scadenza;
prodotti in scatola: a lunga conservazione, fra questi tonno, legumi, acciughe, sgombro, etc.;
passata di pomodoro: per sughi last minute;
pasta: buona e versatile;
cracker e pane in cassetta: validi sostituiti del pane;
spezie: si conservano senza problemi, ideali per insaporire le ricette;
prodotti surgelati: il freezer, in caso di una dispensa semi-vuota, è un valido alleato in cucina.

Primi piatti: 5 ricette di salvataggio
Pasta al tonno: primo piatto semplice e veloce, ma gustoso. In quasi tutte le dispense non manca mai una scatoletta di tonno, pratica e a lunga conservazione. A piacere, quando si ha la possibilità, completare il piatto con menta e pomodorini, olive (verdi o nere) o capperi…
Pasta al pomodoro: grande classico della nostra cucina, da preparare sia con la passata sia con i pelati o con dei pomodori freschi, se disponibili. Olio extra vergine di oliva, basilico e una grattugiata di formaggio arricchiranno il piatto.
Pasta aglio, olio e peperoncino: se disponibile, aggiungere anche un trito di prezzemolo.
Gnocchi e ravioli: da cucinare con del semplice sugo di pomodoro, ma anche con burro e salvia, panna e noce moscata, a seconda di quanto sia fornita la dispensa.
Minestroni, zuppe o vellutate: si ha quasi sempre in freezer qualche confezione di surgelati, veloci da servire in caso di emergenza. Da non dimenticare i liofilizzati, altrettanto rapidi da preparare

Secondi piatti: 5 consigli per le ricette di sopravvivenza
Uova: spesso si ha in casa qualche uovo e, una volta accertata la scadenza, lo si può cucinare all’occhio di bue o in altri modi. Si possono preparare uova strapazzate o frittate, insaporite con formaggio, verdure o spezie, se presenti in cucina.
Legumi e tonno: gli inscatolati hanno il pregio di avere una lunga conservazione e in poco tempo consentono di preparare secondi piatti buoni e nutrienti, come i fagioli con il tonno. In assenza di quest’ultimo, lo si può sostituire anche con carne in scatola o quant’altro disponibile.
Insalatona: ottima soluzione per un secondo salutare.
Cracker e pane in cassetta: avendo una durata maggiore del pane fresco, si possono tenere tranquillamente in dispensa e all’occorrenza saranno utili per preparare panini e tartine.
–  Carne, pesce o formaggi: se si ha la fortuna di avere qualche fettina di carne o del pesce in freezer, li si può cucinare in padella o in forno  con delle spezie.

Frigo vuoto e ospiti a cena: come fare?
Il terrore di tutti in cucina è ricevere ospiti inattesi e dover preparare un pranzo o una cena last minute con il frigo vuoto. Le alternative sono ordinare una pizza da asporto, un kebab, cibo cinese take away, uscire fuori o sfruttare gli ingredienti – anche se pochi – a disposizione.

Se si decide di stare in casa, idee per menù da frigo vuoto:
Antipasti: onion rings, fagioli e tonno, bruschette con olio, sale e un pizzico d’aglio;
Primi piatti: liofilizzati, pasta, gnocchi o ravioli da cucinare con gli ingredienti a disposizione, risotto al sugo di pomodoro o al vino rosso;
Secondi piatti: mousse di tonno e patate, formaggi stagionati, frittate;
Dessert: pudding di pane raffermo, macedonia di frutta sciroppata, omelette con marmellata.

Insalata di pollo alla greca

Dosi per 2 persone

  • 250 gr di pollo
  • 200 gr di pomodorini
  • 1 cetriolo
  • 10-12 olive nere
  • cipolla di Tropea
  • sale
  • pepe
  • origano
  • olio di oliva extravergine

Procedimento

  1. Cuocete il pollo in una padella antiaderente con un po’ di olio.
  2. Lavate il cetriolo, privatelo della buccia e tagliatelo in piccoli cubetti.
  3. Lavate anche i pomodorini e divideteli a metà.
    Affettate la cipolla e denocciolate le olive.
  4. Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola capiente ed aggiungete il pollo, sale, pepe, origano ed olio.
    Mescolate delicatamente.
  5. La vostra insalata di pollo greca è pronta per essere servita.

Tartine al salmone

Dosi per 25 tartine

  • 3 fette di pane per tramezzini
  • 25 gr di burro
  • 120 gr di salmone affumicato
  • formaggio philadelphia
  • pepe rosa
  • erba cipollina

Procedimento

  1. Iniziate a tagliare a quadratini il pane per tramezzini.
    Tostatelo in padella per qualche minuto, da entrambi i lati
  2. Spalmate su ogni porzione una piccolissima parte di burro.
  3. Aggiungete quindi le fettine di salmone ripiegate.
  4. Con una sac a poche decorate con dei poccolissimi ciuffetti di formaggio fresco.
    Mettete quindi un grano di pepe rosa per tartina e dell’erba cipollina.
  5. Le vostre tartine al salmone sono pronte per essere servite.

Panelle

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di farina di ceci
  • 500 ml di acqua
  • 1 cucchiaino colmo di sale
  • prezzemolo
  • pepe
  • olio di semi

Procedimento

Riempite una ciotola con l’acqua e aggiungete la farina di ceci. Mescolate con una frusta fino ad ottenere un composto fluido. Versate in una casseruola e cuocete per circa 20 minuti mescolando di continuo. Aggiungete ora sale, pepe e prezzemolo tritato. Il composto delle panelle sarà pronto quando risulterà sodo e omogeneo. Versate il composto in uno stampo rettangolare foderato di carta forno poi lasciate raffredare per 1 ora. Capovolgete il composto su un tagliere e tagliate a fette spesse 1/2 cm. Friggete le panelle in abbondante olio bollente. Rigirate fino a dorare entrambe i lati, poi sollevatele con una schiumarola e mettetele su un piatto foderato di carta assorbente. Servite le viostre panelle palermitane da sole o in mezzo a due fette di pane!

Acciughe al verde alla piemontese

Ingredienti

  • Acciughe sottosale (quelle nella latta), 100 gr
  • Olio Evo leggero, q.b
  • Aceto o limone, q.b
  • Aglio, 2
  • Prezzemolo fresco, un bel mazzetto
  • Pepe nero macinato fresco

Procedimento

Sfilettate le acciughe e lavatele in acqua acidulata. Asciugatele con con cura con carta cucina. Disponete le acciughe in un contenitore di vetro (sterilizzato) a chiusura ermetica intervallando l’aglio e il prezzemolo tritati con la mezzaluna a pepe di mulinello e olio d’oliva.
Far riposare qualche giorno prima di consumarle.
Si consevano in frigo.
N. B: Questa è la ricetta più semplice ma ci sono alcune varianti: quelle che prevedono il peperoncino o del pane sminuzzato.
Si servono su un crostino di pane strofinato d’aglio o con dell’ottimo burro.
Advertisment ad adsense adlogger